Voucher per la digitalizzazione delle PMI: metà delle spese le rimborsa lo Stato

Voucher digitalizzazioneBuone notizie di inizio anno: il Ministero per lo sviluppo economico ha stanziato un Voucher per la digitalizzazione delle Micro, Piccole e Medie Imprese (in sigla PMI) di ben 100 milioni di Euro!

Prima di farti prendere dall’entusiasmo o, al contrario, dal pensiero “tanto a me non li daranno mai”, vediamo nel dettaglio di cosa si tratta cercando di dipanare dubbi, incertezze e stati d’ansia.

Sai già che una chiacchierata con il commercialista è d’obbligo, ma arrivarci preparato ti farà risparmiare tempo e guadagnare stima.

Cos’è il Voucher digitalizzazione

Il Voucher è una somma di denaro destinato alle PMI per finanziare il 50% delle spese ancora da sostenere in ambito tecnologico.

È un incentivo alla spesa: questo significa che non comprende investimenti già fatti!

Ogni azienda potrà beneficiare di un importo massimo di 10 mila Euro, salvo che le richieste ammesse non siano così numerose da rendere necessario il riparto dei fondi disponibili, ovvero la suddivisione fra tutti i beneficiari. Le verifiche sono a carico delle singole regioni.

Cosa finanzia il Voucher digitalizzazione

Per digitalizzazione il Ministero intende l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultra larga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Per far solo alcuni esempi pratici, puoi richiedere il Voucher se: devi cambiare computer, programmi, realizzare siti o far partecipare i tuoi collaboratori a corsi di formazione in ambito informatico.

A chi spetta il Voucher

I beneficiari sono le Micro, Piccole e Medie Imprese, cioè aziende che possiedono determinati criteri e requisiti ben dettagliati in questo decreto del 2005: http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/d.m.-18-aprile-2005.pdf

Voucher digitalizzazione

Chi inoltra la richiesta deve avere anche la Carta Nazionale dei Servizi e una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e registrata nel Registro delle Imprese.

Se hai tutto passiamo alla pratica.

Come si richiede il Voucher

Per richiedere il Voucher occorre presentare la domanda esclusivamente ON LINE sul portale del Ministero: dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018.

La procedura sarà accessibile già dal 15 gennaio 2018 per la sola compilazione delle domande, sempre sulla stessa pagina puoi consultare il fac-simile (Allegato 2).

Come vengono erogate le somme

Un mese dopo la presentazione della domanda, il Ministero comunicherà alle singole regioni le imprese ammesse. A loro volta le regioni, in base ai plafond disponibili, suddivideranno le somme assegnate.

A quel punto, se la tua azienda risulta ammessa, potrai procedere agli acquisti e, una volta pagate le fatture dei fornitori, potrai richiedere l’erogazione del Voucher per il 50% del totale delle spese. 

Voucher digitalizzazione

In sintesi questo Voucher fa per te se:

1) Rientri nei requisiti;

2) Avevi già intenzione di affrontare investimenti nel digitale;

3) Non conti sul contributo per sostenere le spese.

Tutto il procedimento facile facile non è, ti richiederà un po’ di tempo e di pazienza…

Considera però che  ogni anno si sprecano milioni di Euro di fondi e contributi per ignoranza o pigrizia. Perciò fai buon uso della tua INTELLIGENZA FINANZIARIA, cogli queste occasioni per la tua attività e condividile.

Giorgia Ferrari

2 commenti

  1. Michele

    1 giorno fa  

    Buona giornata, una ditta individuale può essere considerata microimpresa e quindi rientrare nei requisiti necessari per fare la richiesta del voucher ?
    Grazie


    • Giorgia Ferrari

      1 giorno fa  

      Certo Michele!
      Una ditta individuale è un soggetto giuridico a tutti gli effetti e quindi può rientrare.
      Ovviamente ci sono tutti gli altri requisiti da verificare, basta consultare il link che ho inserito nell’articolo 😉
      Aggiornami sullo stato d’avanzamento della tua richiesta.
      A presto

      Giorgia


Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Iscriviti alla Newsletter!!

Rimani aggiornato su tutte le novità Smartmoney e sui nuovi articoli di questo blog

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco