Il triangolo delle integrità: 8 passi per il successo

Il Triangolo delle Integrità
Intervento a The Money Wizard

Già a 21 anni Emanuele aveva trasformato la sua passione per lo sport in un’attività creando Vitamin Store, un franchising che in pochi anni è diventato, con oltre 100 punti vendita, la più grande catena europea di negozi specializzati in integratori alimentari.

 

La storia di Emanuele Rissone partito giovanissimo dal garage di casa, evoca altri personaggi di successo, quello stesso successo fondato, come ci racconta a The Money Wizard, sulla capacità di pensare sistemi che possano essere duplicati.

Qualunque sia la tua attività, che si tratti di una profumeria o di una pizzeria, puoi applicare in maniera vincente la sua formula: il triangolo delle integrità!

Il TRIANGOLO DELLE INTEGRITÀ è uno schema che racchiude le 8 caratteristiche che devi possedere per avere concrete possibilità di successo.

Innanzitutto i 3 lati del triangolo.

1. Leadership

Una Leadership chiara, spiega Rissone, si può sintetizzare in “CHI FA CHE COSA”.

Se la tua azienda è costituita da più titolari, o soci, devi aver ben definito compiti e responsabilità di ciascuno. Se il tuo compito è seguire la produzione e hai una decisione da prendere in quell’ambito ne parlerai con il tuo socio ma, alla fine, sarai tu a prendere quella decisione e ad assumerti interamente la responsabilità.

2. Squadra

Molte volte si inizia un’attività da soli o in due, come nei classici casi di gestione familiare, ma è fondamentale con il tempo formare una squadra di persone che lavorano con te o per te. La squadra difficilmente sarà quella definitiva fin da subito, ma fin da subito devi avere chiari i processi della tua azienda in modo da assegnare a ciascuno dei compiti precisi.

Una delle cose più difficili è delegare ad altri.

Prendendo un’ipotetica scala da 1 a 10, se tu in prima persona svolgi la tua attività con capacità 9, non puoi pretendere da chi lavora per te lo stesso risultato. Chi è in grado di lavorare 9 farà probabilmente questa attività da solo, non credi? Quello che puoi pretendere da un tuo collaboratore però è che, una volta definito chiaramente il compito, questo venga svolto al meglio della sua capacità.

Protocolla i processi, ovvero tutte le fasi di cui si compone la tua attività, per far in modo che la squadra li segua e che ognuno diventi sostituibile…TU PER PRIMO, se no, non crescerai mai!

3. Mission

La Mission è LA TUA VISIONE. È il motore che dovrebbe guidare te e il tuo Team a impegnarsi tutti i giorni. È ciò che dovrebbe farti superare tutti gli ostacoli che ti si presenteranno, perché ti dà l’energia. È la risposta a “Perché lo fai”.

Perché hai deciso di intraprendere quella strada, perché vuoi che la tua impresa funzioni?

La risposta non ha mai a che fare con quanto denaro vuoi guadagnare, ma con lo scopo che ha la tua azienda.

Ad esempio la Mission di Nike è: “Portare ispirazione e innovazione a ogni atleta nel mondo”. Quella di Apple: “Contribuire a dare al mondo strumenti per la mente che portino vantaggi all’umanità”.

Nessuna cifra! Ci sono realtà in cui si vorrebbe lavorare anche rinunciando a una parte di retribuzione solo perché è un privilegio farne parte, non credi?

Schermata 2017-08-06 alle 20.17.15

All’interno del triangolo a formare una piramide, troviamo le altre 5 caratteristiche:

1. Prodotto

Nella parte più alta della piramide, il prodotto come vedi occupa una piccola porzione.

Questo per evidenziare che la nostra attenzione, spesso completamente assorbita da ciò che vogliamo vendere o offrire come servizio, va portata anche ad altre voci.

Il prodotto non è mai l’unica cosa che conta! Un esempio per tutti è Mc Donald. La qualità del prodotto, come vedi, NON determina il risultato.

C’è mercato per prodotti di qualità, ma anche per prodotti mediocri se il marketing funziona.

2. Gestione Legale/Finanziaria/Amministrativa

Curarsi degli aspetti legali è più importante del curare il prodotto! La fetta occupata dagli aspetti burocratici è maggiore.

L’invito che Emanuele fa è quello di essere il più possibile generalisti. Saper quello che si sta facendo in ambito legale, amministrativo e finanziario non significa che devi diventare più bravo del tuo commercialista! Lui è specializzato e viene pagato per essere “esperto”, tu devi saper almeno leggere il bilancio, capire lo stato patrimoniale e il conto economico, perché nel momento in cui parli con il tuo commercialista, tu sappia di cosa sta parlando. Aver il polso della situazione ti consente ad esempio di valutare per tempo se richiedere o meno un finanziamento in Banca, e non di correre ai ripari quando è già sorta la necessità.

3. Sistemi 

I sistemi sono il cuore della piramide e la chiave del successo!  Una volta individuato il prodotto e tutte le necessità legali/finanziarie/amministrative, devi  iniziare a creare un sistema.

Un sistema è qualcosa che possa essere replicato infinite volte senza bisogno della tua presenza fisica.

All’inizio di ogni attività il sistema sei tu stesso, non c’è niente di male in questo, ma se inizi a scrivere che cosa fai per fare ogni cosa, identificando passaggi, sequenze e modalità, un domani che la tua azienda crescerà sarai già pronto per dire ai tuoi collaboratori cosa e come farlo.

Abbiamo già detto che nessuno sarà in grado di produrre la redditività che produci tu,  ma tu e il tuo tempo siete limitati.  Se qualcuno ti toglie delle incombenze tu puoi dedicarti a generare altra redditività. Come si diceva: “Per crescere devi renderti sostituibile”.

4. Comunicazione

La comunicazione e il marketing in quest’epoca valgono più del prodotto. Il modo in cui comunichi ciò che sei e che vuoi offrire al mondo fa tutta la differenza. Vale la pena farsi un’idea di come funzionano social e media per impostare una campagna marketing mirata ed efficace. Sfruttare gli strumenti spesso gratuiti che oggi il web mette a disposizione è per chiunque abbia un’attività diventata una priorità.

Una buona comunicazione ti consente di far conoscere il tuo prodotto,  il tuo brand e creare la tua reputazione.

5. Cash Flow

Il cash flow è tecnicamente la capacità che la tua azienda ha di produrre liquidità. È il risultato della differenza tra le entrate e le uscite di cassa, ed è vitale che questa sia una differenza positiva.

Questa è senza ombra di dubbio la cosa più importante su cui ti dovrai concentrare, perché se la tua azienda non genera liquidità alla lunga non avrai nemmeno un prodotto da vendere.

Abbiamo visto le 8 parti del Triangolo delle Integrità…per generare un business di successo, queste caratteristiche sono TUTTE necessarie, contemporaneamente!

È sulla base di questi principi che Rissone ha fatto crescere la sua azienda per oltre 20 anni, vendendola con soddisfazione a una multinazionale cui oggi presta consulenza.

“Queste regole sono come un cappotto pregiato” conclude, “dette alla maggior parte di voi apriranno dei portoni, vi porteranno al successo solo se sarete pronti e disponibili a recepirle, al contrario se non sarete ricettivi, perché semplicemente non è il momento giusto per voi o perché vi arroccate nelle vostre idee, il cappotto pregiato che io affido a voi ideali appendiabiti, scivolerà a terra perché manca la presa.”

Giorgia Ferrari

 

Trovi Emanuele anche su YouTube:

Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fiels are marked *

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco