Acquisto o noleggio auto? Questo era il problema

acquisto o noleggio autoAcquisto o noleggio auto? Cosa conviene fare se sei un privato?  Fra tutti gli interrogativi del momento questo non era certo il più essenziale, ma guardando il contachilometri della mia auto toccare quota 220 mila mi era sorto il leggerissimo sospetto che fossimo agli sgoccioli.

Infatti, una domenica di giugno, rientrando da un week end presso amici, al casello di Campogalliano ho sentito il motore emettere un rumore di morte.

Ti tralascio la commossa constatazione dell’ora del decesso dichiarata dal mio meccanico di fiducia dopo un tentativo disperato di recupero.  Non si è mai davvero pronti per dire addio.

A quel punto, dovevo trovare una risposta alla mia domanda…e cercare un’auto. Che se uno non si chiamasse Ferrari di cognome e non venisse da Modena sarebbe pure più facile dire “me ne basta una che non mi lasci a piedi”.  

Invece no, volevo far le cose per bene, in linea con tutti i crismi dell’INTELLIGENZA FINANZIARIA e in barba ai luoghi comuni sulle donne e i motori.

Noleggio a lungo termine: come funziona?

Prima ancora dello scegliere l’auto la mia indecisione tra acquisto o noleggio nasceva da due aspetti:

  1. Siamo in un periodo storico di grande cambiamento nel mondo dell’auto, in particolare sull’alimentazione e sulle tecnologie che usciranno nei prossimi anni. Elettrica, ibrida, benzina o il demonizzato diesel? L’attenzione ai cambiamenti climatici impone un ripensamento a tutto il settore e ai consumatori scelte consapevoli, ma a che costo?
  2. Sono una libera professionista in regime forfettario perciò fiscalmente, in caso di noleggio, ho gli stessi vantaggi di un privato: cioè nessuno. Non scarico. 

Si parla tanto di noleggio dedicato ai privati che prima di archiviare la questione ho voluto studiare di cosa si tratta.

Cos’è il noleggio a lungo termine?

Il noleggio a lungo termine è una formula che permette di essere molto agile perché consente di cambiare l’automobile ogni 3-4 anni senza doversi preoccupare di rientrare dal costo.

In sostanza chi noleggia, da agenzie specializzate o da società di servizio delle case automobilistiche, non ottiene la proprietà del veicolo ma semplicemente il suo uso. A fronte paga un canone mensile che comprende la polizza assicurativail bollo, la sostituzione stagionale delle gomme, la manutenzione.

Ci sono formule che prevedono un anticipo da versare all’inizio del noleggio e un riscatto alla scadenza, del tutto simili ai vecchi contratti di leasing. Ormai tutte le pubblicità delle auto non recitano più “tua a 23.450€ ma tua a 159€ al mese”.  E sotto sotto in piccolo piccolo leggi:  anticipo 3.653€, 36 rate da 159€ e poi puoi restituire il veicolo a un valore concordato di x. 

Un calcolo che richiede un certo impegno e che lascia quel filo di dubbio su “quanto la pagherò alla fine quest’auto?”

Molte formule di noleggio sembrano finanziamenti a cui hanno cambiato nome, se non fosse che nel finanziamento l’auto diventa tua e con il noleggio no. 

Il contratto di noleggio viene stabilito in base al chilometraggio annuo che pensi di percorrere e che non dovrebbe essere inferiore ai 10-15 mila chilometri.

Dal primo giro di concessionarie e telefonate che ho fatto una cosa che mi è risultata subito ben chiara è che le tariffe esposte nei siti delle società di noleggio (prezzi in stile Ikea come da 249,99€ al mese) non sono mai il prezzo effettivo che ti viene applicato. C’è sempre in più un “sa signora se vuole anche questo e quello allora arriviamo a…”

Un altro aspetto che non viene MAI evidenziato sono le spese di incasso di ogni canone di noleggio. Ho avuto una proposta che contemplava un costo di 6€ a rata!

In quel caso erano più le spese fisse degli interessi su ogni canone. 

Un cliente privato (o libero professionista) può accedere a queste formule di noleggio tanto quanto un’azienda solo attestando determinati requisiti di reddito. Proprio come per i finanziamenti.

Le aziende scaricano il costo del noleggio, i privati e i liberi professionisti in regime forfettario no.

Facendo i conti di tutti i costi del noleggio, non avendo nessun beneficio fiscale, credevo che avrei tratto velocemente la conclusione che non mi convenisse farlo, ma sono rimasta sorpresa.

Anche l’acquisto ha una serie di costi, alcuni una tantum come  il passaggio di proprietà, altri annuali come l’assicurazione, i bolli, la manutenzione, le gomme che incidono sul totale finale. 

I vantaggi che vedevo maggiormente nel noleggio erano:

  • quello di stare al passo con la tecnologia per fare una scelta più “ecologica”;
  • la comodità di non dover pensare a nulla.

Se avessi avuto un qualche beneficio fiscale la scelta sarebbe stata più facile e di certo più conveniente.

Quindi conviene il noleggio a lungo termine ai privati?

Alla fine del mio tour di concessionarie e società specializzate, i miei conti dicevano che su un auto di dimensioni medio/piccole il noleggio era sì più caro ma non tanto quanto mi sarei aspettata. Poteva essere un costo sopportabile per il beneficio della tranquillità.

Ma…

Questo calcolo era limitato a 4 anni, cioè la durata del noleggio. Dopo i quattro anni, l’acquisto era decisamente più conveniente!

La mia conclusione perciò è stata che per un privato il noleggio è valutabile (ma non più conveniente) se l’intenzione è quella di cambiare l’auto di frequente e solo se percorre meno di 15 mila Km annui.

Conoscendomi (quella di cui sopra che fatica a dire addio all’auto morente) la mia scelta è andata sull’acquisto.

So che terrò la mia nuova auto (arrivata mentre sto finendo di scrivere questo articolo)  finché avrà vita:  mi auguro siano ben più di quattro anni! 

Giorgia Ferrari

Entra nella Community Gratuita di EDUCAZIONE FINANZIARIA EFFICACE

14 commenti

  1. Giuseppe

    3 mesi fa  

    Grazie Giorgia simpaticissimo e utilissimo post. Avevo tanti dubbi sulla scelta dell’auto la mia ha 10 anni e prima o poi dovrò fare una scelta noleggio/acquisto, dato che anche a me piace tenere il mezzo finché c’è vita, non ho più dubbi su cosa scegliere.


    • Giorgia Ferrari

      3 mesi fa  

      Bene Giuseppe,
      un pensiero in meno 😉
      Buona giornata.


  2. Teresa

    3 mesi fa  

    Utilissime valutazioni. E se si dovesse acquistare l’usato? A quel punto, meglio usato con finanziamento o noleggio? La mia “paura” è l’imprevedibile riparazione sull’usato, che forse con il noleggio non c’è.
    Cosa ne pensi?
    Grazie mille


    • Giorgia Ferrari

      3 mesi fa  

      Ciao Teresa,
      da un punto di vista finanziario personalmente credo che se l’usato è scelto con cura, magari da un concessionario che ti può garantire almeno i primi 12 mesi, con pochi km, proprietario unico, possa essere una valida alternativa al nuovo che nell’istante in cui lo ritiri vale già molto meno.
      Adesso si trovano parecchie auto reduci dal noleggio, ovvero quelle che le aziende hanno avuto in gestione 3/4 anni.
      Io ho comprato una di quelle, perciò mi sento di consigliartelo, ma è la mia personale esperienza.


  3. Patrizia Intravaia

    3 mesi fa  

    Grazie Giorgia per il tuo approfondimento! Io ho optato per il noleggio a lungo termine e mi ritrovo in tutti i vantaggi che hai indicato. Un abbraccio 🤗


    • Giorgia Ferrari

      3 mesi fa  

      Ciao Patty, brava!
      Un abbraccio,
      Gio


  4. Emanuele F

    3 mesi fa  

    Grazie Giorgia! Questo dubbio amletico ce l’ho da diversi anni; ho anche provato ad abbozzare un calcolo superficiale, ma non avendo ancora effettiva necessità dell’auto nuova non ho approfondito bene.
    So solo che è (era) difficile capire cosa convenga di più. E penso che per la prossima auto valuterò un buon usato…visto il crollo del valore il minuto dopo aver ritirato l’auto dal concessionario!


    • Giorgia Ferrari

      3 mesi fa  

      Mi sembra una scelta finanziaria intelligente e, vista la diffusione del noleggio, l’offerta sull’usato (poco usato) e di buona qualità è in forte espansione.
      Lunga vita all’auto che hai!

      Giorgia


  5. GIORGIO PONGILUPPI

    3 mesi fa  

    Giorgio Pongiluppi,
    Giorgia ho una Honda Accord D di 10 anni con 433.000 km e, salvo i tagliandi normali, mai avuto un problema e mai spesi soldi , con una garanzia di 5 anni e 200.000 km della quale non ho mai avuto bisogno, acquistata nuova con una sconto del 40% dal prezzo di listino e nonostante abbia sempre preso vetture buone, questa è la migliore in assoluto, spero tu abbia acquisito su questo brend, fai poi un conteggio delle spese e vedrai che conviene prendere la macchina nuova o km 0 il resto viene da se.
    Invece il discorso del cambiamento tecnologico in atto rende le scelte più difficili, ora non c’è mai una scelta che va bene per tutti gli usi, se fai spesso percorsi lunghi non puoi prendere un’elettrica per una questione di limitata autonomia, le ibride sono una scelta che ci vogliono imporre ma sono un falso, un’illusione, non servono a niente, spiegarne il perchè sarebbe lungo ed articolato e quì non è il caso, quindi la scelta per un uso misto è acq. due auto una piccola elettrica e una medio / grande D a basso impatto di Co2 e polveri sottili, rimane una soluzione unica con un benzina a GPL e/o Metano per chi non può o non vuole avere due vetture ma è comunque un ripiego anche se valido.

    Cordiali saluti a tutti, se qualcuno vuole spiegazioni più articolate delle motivazioni per quanto esposto sopra invii una mail.

    Giorgio Pongiluppi.


    • Giorgia Ferrari

      3 mesi fa  

      Grande Giorgio!
      Potrei dirti che il tuo nome è una garanzia ma sarei di parte. 😉
      Nella mia scelta io ho fatto “l’errore” iniziale di provare una Mini Countryman. Dopo, qualunque macchina (nel mio budget e in linea con il mio gusto estetico) provassi, mi sembrava inconsistente.
      Ho impiegato oltre un mese e un paio di trasferte a Como per trovarla.
      Mi auguro di poterne parlare altrettanto bene fra qualche anno.
      Grazie dei tuoi preziosi consigli. Chi cerca ne trarrà beneficio.

      Giorgia


  6. Francesco

    3 mesi fa  

    Ciao Giorgia, grazie del tuo articolo. Io però penso che il problema possa essere anche un altro (ed è questo che mi lascia in dubbio)… anche volendo acquistare un usato etc, si dovranno comunque mobilizzare subito circa 10-30.000€ per acquistarla, perdendo la possibilità di investire questa somma e ricavarci cmq qualcosa tale da “sopperire” ad una eventuale spesa maggiore del noleggio. Tu cosa ne pensi ? Grazie


  7. Dario

    3 mesi fa  

    Secondo la mia esperienza per i privati il noleggio è poco conveniente Ci sono una marea di clausole e fregature infinite in caso di guasto, incidente, malfunzioamento, furto, interruzione anticipata, etc. Ci sono 6 pagine di contratto scritte piccolo piccolo!!! Và bene solo per un azienda dove ci sono persone che affrontano l’argomento per lavoro e hanno tempo e capacità di studiare il tutto e negoziare alcune di queste clausole ove possibile e dove ha senso farlo. Meglio un assicurazione con delle clausole che coprono alcuni eventi : carro attrezzi, auto sostitutiva per tot giorni, kasko con franchigia di 500 euro o più, tutte le spese in caso di guasto a 100 km da casa.


  8. Francesco

    3 mesi fa  

    Sicuramente è come dici tu, non entro nel merito non avendo esperienza.
    Il mio discorso è più di “convenienza”, nel senso che 30.000€ circa, investiti senza grandi pretese, ma con consapevolezza! potrebbero tranquillamente rendere anche un 5-7 % annuo (senza grandi impegni); cioè alla fine, le rate mensili per un auto di target medio di circa 3-400€ , si pagherebbero quasi da sole; oltre ad aumentare il capitale dei soldi investiti e non toccati grazie all interesse composto.
    Quindi alla fine, se pure dovesse andare “male” con il noleggio per via di alcune “clausole in più , non dovrebbe essere poi un così grande problema dover cacciare eventualmente qualcosa in più per qualche inconveniente…. (Spero di essere stato chiaro)


    • Giorgia Ferrari

      2 mesi fa  

      Ciao Francesco sì è chiaro ciò che dici ed è una delle valutazioni da fare.
      Quanto mi renderebbe il capitale che sto disinvestendo? Mi conviene di più mantenere il capitale e pagare il noleggio con gli interessi prodotti?
      Solo una precisazione: 30 mila euro al 7% annuo significano 175€ al mese di interessi (non considero l’interesse composto perché andrebbero comunque spesi per le rate). Di conseguenza una parte di quel capitale andrebbe comunque intaccato.
      Io ho fatto i conti di quanto capitale avrei dovuto disinvestire in ogni caso per pagare le rate e all’incirca è quello che ho utilizzato per l’acquisto dell’auto.
      È vero che rinuncio agli interessi su quella parte fin da subito ma è anche vero che il non avere il pensiero di “dover” produrre quell’interesse per pagare la rata per me ha avuto un peso nella decisione.
      Per la serie ogni decisione finanziaria va mediata con ciò che ci fa stare bene.
      Spero di essere stata chiara.

      Giorgia


Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco