L’importanza degli “stop loss” nel trading

Chiunque si avvicini al trading in azioni, opzioni, forex, futures o qualsiasi altro strumento di investimento finanziario con almeno un minimo di formazione o un mentore decente sente fin da subito parlare dell’importanza di utilizzare i cosiddetti “stop loss“.

Lo “stop loss” altro non è che un ordine di uscita in perdita dall’operazione precedentemente aperta, ordine logicamente opposto a quello di entrata.

Se quindi la nostra è un’operazione LONG (ossia abbiamo comprato delle azioni), lo stop loss sarà un ordine di VENDITA, se invece siamo in ballo con un’operazione SHORT (ossia una “vendita allo scoperto”), lo stop loss sarà rappresentato da un ordine di ACQUISTO (buy o “buy to cover”).

Gli stop loss sono un elemento essenziale nel trading per tutta una serie di ragioni. Vediamone alcune:

  1. Proteggono il capitale dal rischio di perdite eccessive
  2. Abituano il trader ad essere disciplinato, a darsi delle regole e a rispettarle
  3. Introducono il trader nel mondo dei professionisti: l’idea di chiudere alcune operazioni in perdita è tanto scontato per un trader vincente come per un ottimo pugile quella di prendere alcune legnate in faccia. Non è piacevole ma fa parte del gioco e va accettato in quanto semplicemente inevitabile. A tutti gli effetti chiudere alcune operazioni guadagnando è banale, anche un bambino di 2 anni ci può riuscire puntando il ditino a caso su un listino azionario (un titolo ha solo 2 possibilità, o sale o scende, quindi il trader che spara a caso ha almeno il 50% di media di possibilità di guadagnare!). La differenza sul lungo termine viene quindi da come si gestiscono le perdite più ancora che i profitti!
  4. Gli stop loss nel trading rappresentano la “linea invisibile” in cui ammettiamo che i presupposti iniziali su cui è stata progettata la nostra operazione hanno fallito. Poco importa che sia successo qualcosa di imponderabile o che abbiamo fatto noi un errore: lo scenario è cambiato e l’operazione va chiusa limitando la perdita
  5. Rendono più semplice gestire contemporaneamente numerose posizioni
  6. Impediscono che una sola operazione catastrofica distrugga il risultato positivo di molte altre vincenti
  7. Liberano il denaro da un’operazione perdente in modo che possa essere re-impiegato in un’altra situazione di trading dal potenziale maggiore. Quante volte in un’operazione in perdita ti sei trovato a pensare: “Appena torna in pareggio la chiudo e vaff*%&** !!!” . Se ci ragioni arriverai a comprendere che questo ragionamento è controproduttivo e guidato dall’emotività e dal desiderio di non ammettere di aver sbagliato. Per non perdere il 10-15% sull’operazione in questione magari perdi 2 anni di tempo ad aspettare che (forse) torni in pari mentre se l’avessi chiusa subito e aperto con gli stessi soldi altri trade più produttivi, dopo gli stessi 2 anni saresti non in pareggio ma in netto guadagno!!! Ricorda sempre: non è l’operazione specifica che deve tornare in pareggio o guadagnare, è il tuo conto corrente di trading che deve crescere costantemente!!!
  8. L’abitudine a progettare, inserire ed eseguire gli stop loss addestra il tuo sistema nervoso e la tua emotività a dare meno importanza al denaro e a non emozionarti nè per i guadagni nè per le perdite. Non voler accettare di chiudere un’operazione in perdita è più una questione di ego che di denaro ma ego e emotività sono i peggiori nemici del trading!

Direi che per oggi possa anche bastare, ti invito a leggere e rileggere questa lista di motivazioni perchè credo che sia uno degli articoli più densi di messaggi importanti di tutto il blog!

Fammi sapere lasciando un commento qua sotto se hai apprezzato e cosa ne pensi, vorrei continuare l’elenco e trattare anche altri aspetti sempre inerenti gli stop loss perchè sono uno strumento fondamentale che però va usato con i giusti tempi e modi altrimenti può recare tanto vantaggi quanto danni.

Rimangono tantissime altre cose da dire: come calcolarli, se metterli automatici o mentali, se, quando e come spostarli etc.

A presto, lascia un commento e … buon trading!

Roberto Pesce


11 commenti

  1. Andrea

    9 anni fa  

    Ciao Roberto,
    l’articolo è veramente denso! Ti chiedo: il discorso degli stop loss vale anche ed è così categorico, anche per posizioni relativamente brevi (che si aprono e chiuduno in un paio di giorni) come ad esempio il trading sul Forex con time-frame a 4 ore?
    Grazie.


  2. RP

    9 anni fa  

    Premesso che non sono un sperto del Forex, in linea generale il discorso degli stop loss è tanto più importante tanto più è corto il time-frame su cui si opera!


  3. Andrea Scolari

    9 anni fa  

    Testimone della grande utilità degli stop loss che più volte mi hanno salvato il gain delle posizioni mentre altre volte (una in particolare in scalping che mai più userò come time frame per l’alto livello di ansia sopportato hehe) mi hanno fatto contenere le perdite e in queste ultime occasioni l’ego è stato un forte nemico da combattere ma almeno non mi sono trovato in una situatione senza rimedio.

    Andrea


  4. Gianmaria

    9 anni fa  

    Sono assolutamente daccordo.Vorrei aggiungere alcune considerazioni:
    Lo stop loss è una delle componenti della strategia d’uscita assieme al trailing stop.
    Un buon sistema di trading dovrebbe avere 1 stop loss e 1 o + trailing stops(io ne uso 2).
    Molto spesso ci si sofferma sulle strategie d’entrata nel mercato (ce ne sono a centinaia)dimenticando che le componenti + importanti sono:
    la strategia d’uscita e il
    dimensionamento della posizione,cioè quanti soldi metto per ogni operazione.
    La celebre frase “taglia le perdite e lascia correre i profitti”(che è il vero segreto del trading)sta a testimoniare quanto sia importante una buona strategia d’uscita.
    Saluti


  5. giorgione

    9 anni fa  

    Ah si lo stopp loss …. e’ come avere un guardiano all’ingresso di casa !!!! Ti salva da tutte le entrate sbagliate e alle volte pero’ ferma anche quelle buone !!!
    La mia esperienza mi porta a dire che anche per lo stop loss ci vuole dedicato tempo per trovare le propie strategie !!
    Anche qui vale la regola che una volta deciso il metodo deve essere ripetuto senza deroghe !!!


  6. gbertagnolio

    9 anni fa  

    attenzione,perchè a volte,ilmercato puo saltate lo stopo los.saluti


  7. RP

    9 anni fa  

    Grazie a tutti per i contributi! A breve riprenderò il discorso in un nuovo articolo


  8. beppe

    9 anni fa  

    gli stop loss sono una assicurazione ovvero il calcolo del rischio basato su metodi e sistemi di scelta e gestione di operazione speculative…… “analisi grafica” “analisi tecnica” “analisi dei fondamentali”
    le faccio i complimenti per stimolare i trader ad essere disciplinati.


  9. giginho76

    5 anni fa  

    ciao, mi chiamo luigi. da un anno abbiamo intrapreso questa strada con mio fratello. sempre incuriositi e affascinati da questo mondo dopo qualche piccolo investimento tramite fondi bancari ci siamo detti perché non provare noi stessi a curare i ns interessi? e chissa magari farne una professione. siamo partiti praticamente da zero, ore passate di notte a leggere, documentarsi ecc. sapete di che vi sto parlando. vero? abbiamo frequentato un corso che ci ha fatto constatare che eravamo sulla strada giusta, trovavamo riscontro del ns sapere autodidatta. è da una settimana che operiamo con conti demo e vedere che la tecnica funziona gratifica i ns sforzi, vediamo ottimi risultati ma appunto abbiamo subito notato che serve metodologia e la perdita fa parte di questo mondo e va accettata. credo che il successo sia proprio nel fare guadagni come accettare le perdite. avere un metodo anche nelle perdite senza far vincere l ego!! buon trading a tutti


  10. Roberto Pesce

    5 anni fa  

    Ciao giginho76, ultimamente abbiamo creato un corso di livello super introduttivo e semi-gratuito che potrebbe interessarti in quanto concepito proprio per aiutare chi sta muovendo i primi passi nel trading.

    Trovi tutto qua: https://www.robertopesce.com/abctrading/

    Buon trading! Roberto


  11. pozzato

    5 anni fa  

    DA quando uso i trailing stop (3 settimane) sono in gain di 2700 dollari , mooolto più di quanto mi sono prefissato : 100 dollari giorno, che in un anno sono 25.000 dollari.
    Adesso ragiono così : il mio target è di 100 dollari/giorno. In 3 settimane (15 gg) avrei dovuto guadagnare 1500 dollari. Bene. Ho quindi una riserva di (2700 – 1500) = 1200 dollari che posso “tranquillamente” utilizzare per operazioni in perdita senza intaccare il mio obiettivo.
    PS : faccio in media 5 operazioni intraday con un capitale medio di 120.000 dollari in leva 1:20.
    Chiedo : sono sulla buona strada?
    Una cosa è certa : non ho più incubi la notte!!!!!!!!!!
    Grazie per i suoi consigli.


Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Iscriviti alla Newsletter!!

Rimani aggiornato su tutte le novità Smartmoney e sui nuovi articoli di questo blog

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco