Quattro giorni di voi: una comunità che cresce

Comunità Master Libertà Finanziaria Niente aria di primavera, no, quest’anno sembra non averne proprio nessuna voglia, ma un’aria di comunità sì, quella si percepisce subito a pelle, negli occhi pieni di aspettative, negli abbracci spontanei e nel chiacchiericcio allegro mentre ci si offre l’un l’altro il caffè nella hall dell’Hotel Classic di Reggio Emilia.

Non ricordo i nomi di tutti, lo ammetto, siete davvero tanti, ma ricordo i vostri desideri, le difficoltà che mi avete confidato, i figli attesi e per qualcuno il momento preciso in cui tutto questo è cominciato. Quell’attimo in cui per la prima volta ai Workshop o a INTELLIGENZA FINANZIARIA vi ho detto “Ciao, benvenuto o benvenuta, sono Giorgia” e qualcuno ha esclamato “Ah quella del Blog!?” e mi si è depositato addosso un etto di autostima sotto lo sguardo divertito di Ivaldi.

La scorsa settimana è stata così: una full immersion di voi. Quattro giorni dedicati a valutare opportunità, formarsi e confrontarsi e, perché no, a diventare amici tra un pranzo e una cena.

Giovedì ha debuttato INVESTIRE NELLA GREEN ECONOMY

L’interesse che avete dimostrato dopo gli articoli sul Bambù Gigante hanno dato vita a una serie di presentazioni su questa opportunità di investimento.

Investire nella green economyLa meticolosa spiegazione di Emanuele Rissone rimarrà nella memoria come esempio per chi vuol fare business: ci vuole passione e tantissima preparazione su ogni singolo aspetto dell’impresa.

Abbiamo cenato insieme scoprendo il gusto dei germogli di bambù e misteriosi collegamenti astrali… Uno dei prossimi partecipanti a INTELLIGENZA FINANZIARIA si ritrova allo stesso tavolo con una vulcanica ragazza scoprendo di averla conosciuta a un corso di meditazione. Se non sono coincidenze queste!

Venerdì inizia il Power Trading

Due giorni dedicati agli allievi della Financial Freedom Academy e ai Master in Libertà Finanziaria. Due giorni di pratica, pratica, pratica sul mercato azionario!

C’è chi è rimasto dal giovedì e chi arriva per l’occasione. I saluti si moltiplicano e la sala si riempie di grafici di borsa, di analisi tecnica e di trend.

Vi vedo ripassare le nozioni apprese dal video corso e chiarire i dubbi, vi sento fare dichiarazioni d’amore a titoli di borsa. E sento Roberto Pesce dal palco spiegare, con metafore discutibili su fidanzate disponibili, come deve essere il trend ideale per piazzare un ordine.Power Trading

Si ride, si impara e nelle pause ci si confessa: “Sai che ho sempre pensato che l’ombra delle candele nei grafici fosse una sbavatura della stampante?”

Ammettere i propri limiti con assoluta libertà mi indica il livello di confidenza che si è creato ed è di stimolo per tutti.

Siamo qui perché vogliamo imparare davvero, sul campo, nel mondo vero. Tornare a casa sapendo cosa e come fare.

E così sabato, secondo e ultimo giorno di Power Trading, ogni tavolo è apparecchiato di pc e basette per navigare, cercare trend, analizzare titoli, settare grafici e conti. Tutti operativi, un coach per ogni tavolo che sorveglia, sostiene, risponde.

Power Trading

Una giornata impegnativa, che porta a tutti la consapevolezza che studiando bene il portale, sono bastati due giorni di affiancamento per diventare autonomi e, quello che prima sembrava impossibile o complicato, ora è a portata di mouse.

Si può fare tutto purché si abbandoni l’esaltazione, si operi con razionalità e seguendo le regole di Money Management, non dimenticando mai gli stop loss e una preventiva analisi del mercato e del settore. Insomma, mai affidarsi al criterio esoterico sensitivo: mi sento che va su!

Vi ritrovo stanchi ma felici la domenica mattina: è PFA Day

Qualcuno mi mostra la nascita diPower trading gruppi WhatsApp dall’improbabile titolo “No Trend No Party” e capisco che abbiamo superato il punto di non ritorno.

Siamo al quarto giorno di questa incredibile maratona di formazione. C’è chi è con noi da giovedì e persiste anche se “stancamente”…

Accogliamo un mare di valorosi studenti della Professional Forex Academy per la prima assoluta del PFA Day. Una giornata voluta da Massimo Golfarelli interamente dedicata agli allievi, nata dalle domande sul gruppo Facebook, trasformata in un’occasione per conoscersi oltre il mondo virtuale. Tornano volti storici (il gruppo è attivo dal 2013) e ci si confronta sui tanti aspetti tecnici. “Non siate pigri” continua a ripetere Massimo, “guardate i video, studiate e approfondite. L’atteggiamento che usate per imparare il Forex è l’atteggiamento che avete nella vita”. Ripassare gli aspetti tecnici fa un gran bene a tutti, ma si capisce subito che la questione emozioni è predominante.

Il Forex, per i suoi movimenti ampi e repentini genera ansie, paure e frustrazioni, molto più che il mercato azionario.

Gli studiosi di finanza comportamentale spiegano che nella natura umana c’è l’avversione al rischio, tanto che si farebbe di tutto per evitare una perdita. Nelle scelte quotidiane si tende a essere conservatori optando per situazioni in cui c’è un pur modesta probabilità di evitare perdite. In campo finanziario questo si traduce in quello che viene chiamato disposition effect cioè la tendenza degli investitori a liquidare prontamente un titolo in guadagno e a NON liquidare prontamente titoli in perdita.

In un mercato come il Forex, dove le statistiche affermano che chi opera senza un’adeguata formazione perde tutto nel 95% dei casi, il fattore emotivo è decisivo.

Massimo Golfarelli CryptoA pranzo ancora si discute di perdite del 3% su EuroDollaro ignari di ciò che sarebbe successo da lì a poco. Nel pomeriggio infatti, si ufficializza il rilascio del corso sulle Crypto Valute (CRYPTO ECONOMY) e quasi si rinuncia alla pausa per saperne di più.

Massimo passa la metà del tempo a raccomandare a tutti quelli in ansia per le perdite su Euro Dollaro di non avvicinarsi nemmeno al mondo Crypto che è enormemente più rischioso.

Mostra guadagni del 30.000% (trentamila) e perdite altrettanto elevate, i vecchi numeri in un solo istante sono cancellati da ricordi e sofferenze. Un salto di paradigma che mi fa pensare quanto sia mutevole la natura umana!

Per fortuna a giugno la classe Master si ritroverà qui, altri quattro giorni insieme, per The Money Wizard. In quell’occasione studierà e proverà quanto lo squilibrio emozionale incida sulle scelte, sia mentre si fa trading che nelle vita. E durante il Wizard si metteranno le basi per la generazione di sistemi di reddito passivo. Si farà pratica, pratica, pratica, ancora una volta.

Un percorso tosto penso tra me…

Tante volte basta un articolo sul nostro blog, un post su Facebook o un amico che ti accompagna a una serata gratuita, per generare la voglia di migliorare il lato finanziario della propria vita. Poi approdi a INTELLIGENZA FINANZIARIA e in tre giorni di corso assimili molte più conoscenze della maggior parte della gente, ma quello che conquisti è molto di più.

È l’opportunità di far parte di una comunità che cresce, che studia, che si confronta, che si mette a disposizione e che ha vissuto prima di te l’esperienza del “Io parto da zero, ce la farò?”

Vedendovi la settimana scorsa io posso dirvi di sì, e voi cosa ne pensate?

Giorgia Ferrari

10 commenti

  1. roberto

    4 mesi fa  

    Sembrerò pure divertito ma mi sento soprattutto orgoglioso. Che brava!!


    • Giorgia Ferrari

      4 mesi fa  

      CARO IVO,
      lei mi lusinga, non tanto quando sorride sotto i baffi durante le registrazioni, ma ora che commenta e forse legge per la prima volta un mio articolo!
      GRAZIE, come lei ben sa, ho già l’occhio lucido.


  2. Andrea G.

    4 mesi fa  

    Ancora troppo povero per essere presente!!!
    Ma fin troppo ricco di voglia di crescere e confrontarmi con voi!!!

    Intanto faccio lavorare il mio PAC e il “52 Weeks Money Challenge” che mi avete suggerito, dopodiché diventerò il vostro incubo 😀


    • Giorgia Ferrari

      4 mesi fa  

      Andrea, fidati che se diventerai un incubo te lo faremo presente, ma sono sicura che non succederà!😀
      Se continui così, con l’impegno che stai dimostrando, ci rivedremo prestissimo.

      Sai che puoi candidarti anche per far parte dello staff di un prossimo IF?


  3. Gianfranco

    4 mesi fa  

    Con voi sto scoprendo un mondo che credevo lontano, ed invece voi fate comprendere che basta seguire chi ha già avuto esperienze sia negative che positive, per poi poter dire, ciò che apprendero’ sara sicuramente importante. Sono certo che i dubbi andando a partecipare il 20 21 e22 aprile, cominceranno a dissiparsi man mano che ascoltero’ il sig. Pesce ed il suo bravo staff. Un saluto a tutti Gianfranco.


    • Giorgia Ferrari

      4 mesi fa  

      Ciao Gianfranco,
      per chi come te ha partecipato alla giornata sul Bambù senza aver ancora frequentato Intelligenza Finanziaria, credo sia stato utile confrontarsi con tante persone che hanno già fatto quel percorso.
      Come dici giustamente tu, parlare con chi ha avuto esperienze imparando dai loro errori o imitando i successi, fa capire che è umanamente possibile per tutti avvicinarsi a un mondo che a tanti appare incomprensibile.
      A presto Gianfranco, buona giornata.


  4. Daniele

    4 mesi fa  

    Ciao Giorgia,
    complimenti al solito per l’articolo.
    Puoi approfondire il corso cryptoeconomy? C’è un link per avere più informazioni?


    • Giorgia Ferrari

      4 mesi fa  

      Ciao Daniele,
      immagino tu non sia nel gruppo della Professional Forex Academy, se no avresti ricevuto tutte le informazioni sul corso CryptoEconoymy.
      I contenuti riguardano BLOCKCHAIN, CRYPTOVALUTE e ICO.
      Per ora puoi seguire la pagina Facebook di Massimo Golfarelli (https://www.facebook.com/GolfarelliMassimo/) e verificare quando il corso sarà disponibile per tutti.
      A presto!


  5. Luciano

    4 mesi fa  

    Complimenti per l’articolo, mi ci sono ritrovato. L’ombra delle candele nei grafici è una sbavatura della stampante? Semplicemente geniale Giorgia!!!


    • Giorgia Ferrari

      4 mesi fa  

      Grazie Luciano, ma stavolta non ho meriti, quella frase non è mia.
      Ho riportato una confessione che mi è stata fatta prendendo un caffè anzi, ringrazio il corsista che ha sopportato la mia risata e non ha avuto timore di far brutta figura.
      Io, che colleziono gaffe quotidianamente, ho davvero apprezzato lo spirito con cui vi siete lasciati andare.


Commento

La tua email non sarà pubblicata.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.